Post

GitErrando tra le Astrochakrazioni di Dicembre 2022

Immagine
  Cari Giterranti  Siamo arrivati a Dicembre: inizia l’inverno, impazziamo tutti per i regali di Natale e veniamo inseriti in mille chat per organizzare la festa di Capodanno. Un periodo in cui dovremmo andare in letargo per gustarci il calore del camino e la neve, diventa invece uno stress assurdo, ma con l’aiuto prezioso dei consigli di Roberto La Ricca, sono sicura che si trasformerà per tutti in un periodo sereno. E allora bando alle ciance e buona lettura! L’essere umano deve sempre affrontare due grandi problemi: il primo è sapere quando cominciare; il secondo è capire quando fermarsi. (Paulo Coelho)  ARIETE (21 Marzo-20 Aprile) Con Giove di nuovo nel segno vi sentirete più che mai in viaggio. Provate a dirigere la vostra intraprendenza verso nuovi rapporti che vi stimolino psicologicamente o che vi diano modo di sperimentare una nuova libertà. Se avete un progetto di viaggio per le feste, non fatevi frenare da piccoli intoppi: li supererete facilmente e potrà essere una splendi

Le interviste GitErranti: Carla Viparelli - un’ Artista “Sconfinata” in Zona Franca

Immagine
  Cari Giterranti   Oramai avrete capito che uno degli aspetti che amo di più quando viaggio, è quello di conoscere gente e posti nuovi. Maratea è un luogo che ho scoperto due anni e mezzo fa e che mi ha accolto e stregato a 360° , sia a livello paesaggistico che a livello umano. E oggi vorrei parlarvi di una persona e un’artista meravigliosa conosciuta proprio la prima volta che abbiamo messo piede nella bellissima Maratea, Carla Viparelli. Ricordo che era tardo pomeriggio e nelle vie di Maratea aveva preso vita un bellissimo mercato di artigiani e artisti.  Come di consueto, fermandomi per molto tempo ad osservare le bancarelle, ho perso di vista mio marito e mio figlio, che però ho ritrovato davanti a un banco d’arte, mio figlio con sguardo meravigliato e mio marito intento a dialogare con la proprietaria delle opere. Mi avvicino e rimango meravigliata anche io: su quel banco c’era un viaggio onirico meraviglioso. Ma in quell’occasione, con Carla, parlammo di libri, dell’iniziativa

Le Interviste GitErranti: Fabrizio Olivieri e Play4you web Radio.

Immagine
Cari Giterranti Quanti di voi hanno sognato di lavorare in una radio? So che oggi sembra strano, ma c’è stato un tempo dove non esistevano telefonini, internet, chat varie e social. Alle elementari, quando volevo mandare un messaggio carino al tipo che mi piaceva, gli scrivevo una lettera e cercavo di fargliela recapitare tramite Chiara, la mia amichetta del cuore.  Alle medie cambiò tutto: all’uscita di scuola davamo i bigliettini  a un “prescelto” che andava a imbucarli in un bussolotto di metallo rosso, posto   fuori la  sede di Radio Diffusione Follonica. Dopo pranzo, dalle 14.00 alle 15.00, ci sintonizzavamo tutti su quella frequenza per poter ascoltare un pò di novità musicali, e sperare di sentire il nostro nome in una dedica. Quando succedeva, il giorno dopo, vivevi avvolto da sguardi ammirati e di invidia e ti sentivi, per poche ore, una regina. In quella modalità ho ascoltato persone fidanzarsi, scambiarsi frasi sdolcinate, lasciarsi e infine odiarsi, ma quanta emozione e qua

GitErrando alla Rocca di San Leo, luogo di prigionia del Conte Cagliostro.

Immagine
Cari Giterranti  C ome ogni Estate, anche quest’anno abbiamo preso il nostro camper “Girolamo” e ci siamo avviati alla scoperta dell’Italia, ma questa volta non avevamo un itinerario prestabilito perché abbiamo optato per l’avventura, quella vera. Siamo partiti quindi, con un’ idea vaga di arrivare prima o poi in Trentino, ma come, quando,  e perché l’ha deciso il caso. Vi racconterò più avanti delle prime tappe, che sono state tutte belle e coinvolgenti, ma oggi ho scelto di parlarvi del luogo che mi è rimasto nel cuore, un luogo che abbiamo scoperto per caso ( ma il caso non esiste) e che mi ha lasciato a bocca aperta. Iniziamo dall’inizio: stavamo assaporando la famosa crescia sfogliata di Urbino, acquistata in una piccola cresceria e tra un morso e un’altro, discutevamo sputacchiando briciole, su dove dirigere il nostro Girolamo il giorno seguente. Molto probabilmente il tono della discussione non era dei più bassi, perché la proprietaria della cresceria si è sentita in dovere di a

GitErrando nelle Astrochakrazioni di Novembre 2022

Immagine
Cari Giterranti  Un tempo, in questo periodo, poeti come Giosuè Carducci ci parlavano di “nebbia agli irti colli” che saliva piovigginando, mentre il maestrale gonfiava le onde del mare. Ora invece al mare ci sono ancora persone in costume che fanno il bagno, le temperature sono alte, “ gli stormi di uccelli neri” ancora non si radunano per migrare e i ceppi sono spenti perché abbiamo più voglia di gelato che di carne allo spiedo. La confusione aleggia sovrana, ma noi abbiamo il nostro esperto Roberto La Ricca che, come ogni mese, ci consiglierà la strada da intraprendere per riuscire a vivere appieno le influenze planetarie che l’universo ha scelto per noi... Buona lettura!! Noi siamo ciò che i pensieri hanno fatto di noi; perciò fate attenzione a ciò che pensate. I pensieri vivono, viaggiano lontano. Le parole sono secondarie. (Swami Vivekananda)  ARIETE (21 Marzo-20 Aprile) I pianeti tenderanno a favorire un sotterraneo e insistente desiderio di novità, di cambiamenti, magari picco

GitErrando nel Backstage del libro “Chi me l’ha fatto fare - storia di una donna qualunque” di Sonia Lippi.

Immagine
Cari Giterranti  Oramai molti di voi lo sanno: ho scritto un libro che è uscito a fine settembre edito dalla Echos edizioni. «Embè?» Direte voi, «ci devi pure ammorbare con l’articolo sul tuo blog?» D iciamo che il mio intento è quello di raccontarvi cosa mi ha portato a scrivere questo libro, visto che molti dei miei lettori mi ripetono sempre la stessa domanda:« quanta realtà c’è in questo libro? Parla della tua storia?» Siccome sono pigra e non mi va di ripetere sempre le stesse cose, ho deciso di scrivere un articolo, sperando di raggiungere più persone possibili. Ma iniziamo dall’inizio: ho sempre amato scrivere! Ricordo che uno dei miei sogni era fare la giornalista; sognavo di girare il mondo come inviata della Rai, scrivere articoli pazzeschi e importanti, e con quelli vincere il premio Pulizer. In adolescenza invece mi ero trasformata in una piccola Leopardi, scrivevo poesie accorate che tenevo rigorosamente per me, per poi passare a creare storie intricatissime e profondament